Enter your keyword

Perché creare un brand? In 5 punti

Perché creare un brand? In 5 punti

Perché creare un brand? In 5 punti

Prova ad immaginarti un edificio: grigio, non trascurato ma totalmente anonimo, senza insegne di nessun tipo. Prova poi ad immaginare che dentro quell’edificio ci sia in realtà il ristorante più stellato d’Italia. La cosa ti sorprenderebbe no?

Pur sapendo che una volta entrato mangerai benissimo il primo impatto è quello di andartene, non mentire, ed è proprio a questo che serve fare un brand.

Brand, in italiano detto marca, è da molti un aspetto sottovalutato. In troppi pensano che basti avere un buon prodotto per riuscire a vendere, invece il cliente / utente ha bisogno di conoscere l’azienda con la quale si sta interfacciando, imparando ad amarla e a fidarsi di lei.

Quando sentiamo parlare di branding ci riferiamo a quel lavoro di progettazione che eseguono persone come noi di Larix, nulla è scelto a caso, quando si crea un brand intorno ad un’azienda si cerca di creare un mondo nel quale far entrare l’utente.

Quali sono le componenti principali di un brand?

1) Logo / Marchio

Il logo è l’elemento di maggior importanza nell’identità di un’azienda, abbiamo già parlato qui sulle caratteristiche che deve avere per essere funzionale ed efficiente. Letteralmente è la faccia della vostra impresa, chiunque vuole avere un bel viso, no?

2) Linguaggio

Quando si studia un brand bisogna decidere come deve comunicare la marca. Non importa cosa si decida, non ci sono regole fisse ed ognuno è libero di sperimentare, è indispensabile però che ci sia coerenza. La coerenza uno degli elementi più importante, senza coerenza c’è confusione, se c’è confusione c’è incomprensione.

3) Mood

Il mood è la parte più immateriale di un progetto, potremmo dire che è l’aria che si respira. Per capirci meglio proviamo a pensare a delle aziende che vendono il medesimo prodotto ma che noi percepiamo come totalmente diverse: McDonald’s e Old Wild West. Entrambe vendono panini ma noi sappiamo bene che sono due aziende totalmente diverse, con ambienti molto diversi.

4) Voce

Ogni marca ha una sua voce, un po’ come fosse una persona: parla con una certa profondità, usa alcune terminologie mentre altre le evita. Tutto questo va deciso e progettato, nulla può essere lasciato al caso.

 

Questo è uno dei tanti articoli nei quali proviamo a fare un po’ di chiarezza su temi come il branding, la comunicazione e la content creation, speriamo che possano esservi in qualche modo utili! 🙂

 

Se ti interessano questi argomenti e ti è piaciuto questo articolo seguici sulla nostra pagina Facebook e il nostro Canale Youtube! 😀

Ti piace questo articolo? Condividilo!

No Comments

Rispondi